Pisa Marathon 2011 Er Parrucca 2.0


La fatica comincia a farsi sentire, è il 38°km. L'ultimo dei 3 carbogel è passato per l'esofago già 3km fa. Ci sono due atleti in canotta bianco celeste, stile regione centrale che ospita la capitale, che sono al mio fianco ormai da 6km, ci facciamo da lepri a vicenda, ma ho ancora il serbatoio ben messo, e calcolo al minuto il mio arrivo, qualche secondo sotto le 3 ore e 30 minuti.
Sorpasso ormai tante persone, coi crampi, senza crampi, maschi femmine, solo una cosa hanno in comune, camminano tutte. Saprò nel pomeriggio che solo dopo i 21km ho superato 123 persone.
Al ristoro del 40° bevo ancora acqua, senza fermarmi continuo in direzione del centro di Pisa, qualche curva, un sottopassaggio in discesa, che all'andata ci ha fatto tribolare un poco, e poi curve a destra e a manca, palazzi, qualche timida mamma con dei bambini che di timido hanno solo un tricktrak che funziona male, ma la loro voce avrebbe comunque vinto su tutto il resto. La cima della torre si intravede tra le case e le fronde degli alberi ormai senza foglie, non sembra pendere. In lontananza dopo l'ennesima curva si vedono le transenne e finalmente più persone che insieme aspettano che passi qualcuno di loro conoscenza, tra queste Alessandra e Lorenzo. Mio figlio mi guarda, poi il suo sguardo passa oltre, guarda dietro di me, lo chiamo per nome, gli dico che sono papà, ma vedendomi con la parrucca mi guarda strano, poi mi dice 'ma che ti sei messo?' 'Ti piaccio?' 'Insomma. Vuoi vedere che arrivo prima di te?' 'Dai!'
Domenica ho corso per 3 ore 29 minuti e 24 secondi solo per correre 195 metri, quelli corsi con Lorenzo, e li ho corsi con una tale energia dentro che mi sono per un momento preoccupato.
Questo è quanto.

Non ho dimenticato di scrivere la parte iniziale, questa storia parte dal 38°km.
L'unica cosa che voglio ricordare prima è stata la compagnia rara di un certo Franco dei Castelli Romani, che facendo la mezza mi ha gentilmente fatto tirare il collo per i primi 12km, così abbiamo recuperato il tempo perso in partenza dietro la calca dei partecipanti della mezza della maratona della non competitiva e dei turisti, tutti messi li, dietro l'arco dello start.

Tecnicamente il percorso è stato piatto, due salite (un sottopasso e un ponte), temperatura ottima, un grado alla partenza e penso 8 all'arrivo, paesaggisticamente a parte i primi 2km e l'ultimo km (da uno a dieci) do un 4, partecipazione del pubblico solo negli ultimi 200 metri.
Ho fatto colazione alle 7,30 con 2 fette biscottate con miele e un the, ho cambiato i tempi di assunzione dei carbogel 14° 24° e 34° e ho bevuto a tutti i ristori solo esclusivamente acqua.
In fase di partenza volevo stare sui 4,50/km, poi nei primi km ho deciso di stare sui 4,55/km. Mediamente negli ultimi due mesi avevo 50km settimanali, al pb non potevo aspirare, partire comunque a un ritmo per le 3 ore e 20 min lo avevo quasi deciso, ma poi ho scelto di avere solo un bel ricordo da questa gara, passo la mezza in 1ora 44 min e 07 secondi, e altrettanto voglio fare nella seconda mezza. Penso che se non mi fermavo a fare pipì al 30° e al 40° potevo fare un equalsplit.


Eccoci

Che facciamo scattiamo?
Lo scatto di  Lorenzo

La falcata di Lorenzo



Il dito nel naso
Il pollice alzato
Manca ancora quella in cui mi strappo i capelli, appena arriva la metto



Altimetria Pisa Marathon




Commenti

  1. è vero, spesso serve una lunga rincorsa per godere di quel solo istante che ti ripaga di tutto.... incornicia quella sequenza, riguardandola ci emozioneremo ancora.....

    RispondiElimina
  2. invidia pura per la tua 15° ma soprattutto per quei 195 mt corsi con una compagnia che rimarrà per voi indimenticabile!
    Bravo.

    RispondiElimina
  3. Che bello!!!! Complimenti per il ragazzino, e a te!!

    RispondiElimina
  4. Vabbè, bravo, ma adesso basta fa er cazzaro altrimenti a Pescara...

    PS
    scherzi a parte a Roma 3h e 29 lo vorrei fare io.
    La mia idea è di partire con un palloncino dei puffi e uno di paperino ...se poi al mio fianco ce fosse Er Parucca... beh sarebbe un bel salto di qualità... e sono sicuro che pubblicizzandolo ci sarebbe un bel seguito.

    RispondiElimina
  5. Complimenti! Bellissima la corsa con tuo figlio!

    RispondiElimina
  6. ciao Già, Complimenti!!! ma visto che preferisci maratone, dopo pescara, preparati bene, devi abbassare di almeno 20' il tempo maratona, COMPLIMENTI ANCORA, ciao

    RispondiElimina
  7. correre con il proprio pargolo non ha prezzo.
    e bravo anche per il tempo.

    RispondiElimina
  8. Lo so che mi ripeto ma quelle foto con tuo figlio sono bellissime.Non solo per l'estetica, ma anche per ciò che rappresentano.Entrano di diritto tra i ricordi più belli ed impreziosiscono la tua 15esima impresa.

    RispondiElimina
  9. Bravo, non avevo dubbi del tuo tempo,immaggino l'emozione degli ultimi 200 mt con Lorenzo.

    RispondiElimina
  10. Yò ci puoi contare! ;)

    Emilià grazie, è stato molto emozionante

    Corradito grazie :)

    RispondiElimina
  11. Giancà per Roma non lo so, lo scorso anno, mentre preparavo Pescara non riuscivo a fare i lunghi necessari per fare le 3e30, ero in fase di adattamento, ci provo però. Poi me spieghi perchè i puffi e paperino

    Mario grazie :)

    Domenico non riesco ad essere serio nella preparazione, ma se con 50km settimanali in tre mesi ho preparato le 3ore e 30 ho buone speranze impegnandomi un pò di più ;)

    RispondiElimina
  12. Nino grazie, non ha veramente prezzo :)

    Father difatti la rendono la migliore, e non preoccuparti nel ripeterti, anzi se lo vuoi riscrivere ancora mi 'gonfio' di orgoglio ancora un pò! :)

    Franco una grande emozione che ha cancellato qualsiasi affaticamento, da paura!

    RispondiElimina
  13. 1- Ti alleni la metà di quello che mi alleno io per fare una gara il doppio più lunga della mia!
    2- Ti ricordi tutti i passaggi e anche i minimi dettagli mentre io non ho la minima idea di quale starda abbia fatto ed ho pure scambiato l'ultimo ristoro per una banda musicale che stava attraversando la nostra strada!!
    3- Correrei pure io così tanto per vivere l'emozione che hai provato tu e ci hai fatto provare a noi con le foto in sequenza della vostra volata!!
    Le foto dove le hai "rubate"??

    RispondiElimina
  14. complimenti per il time , per la gara e per l'arrivo con lorenzo.... fantastico..
    p.s a lugano ho detto al mio lori .. a 200 metri dall'arrivo ti prendo e arriviamo assieme e mi ha risposto NOOOOOOOOOOOOOO
    si vergognera'perche vado piano...

    RispondiElimina
  15. Albe sei molto umile, e gli umili sono grandi persone.
    :)
    Le foto le ho prese da fotostudio5.com

    RispondiElimina
  16. Lello grazie :) Prova a sfidarlo a chi arriva primo, magari accetta ;)

    RispondiElimina
  17. Caro Gianluca, complimenti e grazie di questa bella descrizione della gara. Mi chiedevo solo: come si fa ad avere tutta quella energia che dimostri in questi scatti dopo aver corso per 3 ore e quasi 30 min? sei proprio un grande!! A presto

    RispondiElimina
  18. Bèlla Master!
    Pochi anni e quèllo scatto non lo tieni più... :D Bèlle foto,da mettere in quadro,comprale! ;)

    RispondiElimina
  19. Sotto le 3h30'!! approvato abile e arruolato :)

    complimeti

    RispondiElimina
  20. Pablo la testa fa tutto, il corpo la segue e basta. Grazie a te dei complimenti che mi fai :)

    Andrè sto aspettando che le pubblicano tutte, poi le acquisto di sicuro e ci faccio un bel quadretto... anche perché il ragazzo cresce e come dici tu e chi gli sta più dietro!!

    Tosto io e te abbiamo un conto aperto con Roma, il Bress sarà al Cantinone a Marzo e tu? Stavolta non ti mollo, promesso. E poi c'è anche Giancà che fa le 3e30, dai dai!!

    RispondiElimina
  21. l'arrivo col figlio è meraviglioso!!! da brividi! complimenti

    RispondiElimina
  22. Grazie Letizia, è stato veramente emozionante :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi