BREAKING NEWS

domenica 11 marzo 2007

Corete, corete, non sapete che perdete




La riconoscete???



8 commenti :

  1. ANTEFATTO

    Purtroppo, o devo dire per fortuna?, la caviglia ancora non risponde come dovrebbe. Si, ormai riesco a correre lunghi di 6 km, la domenica, senza fare ulteriori sforzi intrasettimanali. Spero di rientrare quanto prima alle competizioni, anelo ad allenarmi come un tempo, magari con risultati migliori.
    Ma si sa, certi infortuni sono tiranni.

    Allora ho deciso di affogare... la mia tristezza... non nell'alcool, come direbbe qualcuno, ma nel pattinaggio su ghiaccio.

    Spinto dalla passione di Flavio, ecco che mi sono iscritto, con lui, ad un corso settimanale presso il palaghiaccio di Mentana.
    Prima lezione, oggi alle 11.00.

    FATTO

    Giungo sulla pista, i miei bravi pattini ai piedi, l'equilibrio incerto, il freddo attorno a me (avevo perfino un maglioncino... leggero). Improvvisamente vedo Flavio che scivola via, come trsportato dal vento. Giungo quasi per raggiungerlo, quando ecco si presenta di fronte a me LEI!
    Ciao, mi fa, sei del corso adulti.
    Io resto un attimo titubante, sorpreso, abbagliato.
    Come, quando, perché...
    Sono l'istruttrice di oggi.
    Ah!!! Eh!!! Ih!!! Oh!!! Uh!!! Y!!!

    Lascio Flavio al suo destino, qualcuno lo troverà e lo riaccompagnerà alla reception, e raggiungo trafelato il gruppo adulti.
    Oggi siamo in tre, io e due ragazze, mentre gli istruttori sono due, un ragazzo e l'istruttrice sopra menzionata.
    Ci credereste???
    Il ragazzo si mette ad insegnare alle due ragazze, l'istruttrice insegna a me.
    Tutta per me.
    Quasi non ci credo.
    Quindi mi spiega e mi mostra i segreti del pattinaggio, i movimenti, le tecniche, gli equilibri. Poi ogni tanto si interrompe, un bambino, due bambini, tre bambini... lei scrive, scrive... non gli starà dando il numero di telefono???

    Poi il momento cruciale. Mostra una piroetta quasi perfetta ad una bambina. Allora lì entro in azione.
    Basta parlare di pattinaggio, l'uomo è uomo, ed anche se paziente ha pur sempre un limite.

    Vedo che sei brava a pattinare.
    Ah si, un po'... la modesta.
    E poi la rivelazione.
    L'anno scorso ero nella squadra olimpica.
    Più tardi finalmente capirò.
    E' lei, Silvia Fontana, tre (o quattro) volte campionessa italiana di pattinaggio artistico, solo per oggi, (ma spero anche per domenica prossima), stella di pattinare sotto le stelle, o come si chiama la trasmissione del sabato sera su RaiUno...

    MIA ISTRUTTRICE PERSONALE,
    PER UN'ORA SOLO PER ME.

    Non ci credo, è un sogno... quasi svengo

    EPILOGO

    Finisce la lazione, un lungo sguardo nel profondo più profondo degli occhi, là dove solo le mie pupille arrivano.
    Grazie per la partecipazione, mi fa.
    Prego, prego... e intanto penso... un'altra tacca sulla mia colt, come le altre è crollata anche lei.
    La dott.ssa del 38° km della maratona di Roma è ormai un lontano ricordo.
    Finalmente raggiungo Flavio, gli dò un pezzo di carta, gli dico, vai da quella ragazza, ecc.ecc.
    Lui corre, lei è conquistata, non capisce più nulla, scrive qualcosa sul pezzo di carta, poi guarda verso di me, con sguardo sognante...
    E' tuo figlio?, mi chiede
    Io titubante... Si, e' mio figlio (potevo disconoscerlo proprio in quel momento?)
    Che bel bambino, gli ho fatto l'autografo.

    CA**O FLAVIO. Prima ti fai sgamare che sei mio figlio e poi neanche ti ricordi di chiederle il numero di telefono.
    MA PERCHE' LE NUOVE GENERAZIONI NON ASCOLTANO MAI?

    Al ritorno a casa lo metterò a pane ed acqua per una settimana.

    RispondiElimina
  2. .....si ok, istruttrice, campionessa, ......ma alla fine solo un pezzo di carta firmato con un autografo.
    Mmmmmmmmmmmm........non ti sembra un pò pochino?
    Io stavo aspettando il finale a sorpresa.
    Tipo......ma ecco che arriva mi moie e me dà na tortorata tra capo e collo!

    RispondiElimina
  3. veramente Gabbià...
    sei tanto bravo a raccontà, me sembravi Jules Verne, che, come dice Master Runners, m'aspettavo qualcosina de + de n'autografo!!!
    Sta cosa fa quasi tristezza, ma come?!?Uno come te, all'età tua, che se fa fà l'autografi da niente popo di meno che: la stella di pattinare sotto le stelle!!!
    Che triste 'sta cosa, m'hai fatto piange, ma non dalla commozione, dalla tristezza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. E più finale a sorpresa di così... V'aspettavate chissà ché e invece non è successo nulla.
    Comunque non avete seguito bene, altrimenti sapreste che è colpa di Flavio... E si che gli avevo dato istruzioni diverse...

    Comunque, meno male che mia moglie non legge il forum.

    RispondiElimina
  5. ola! scusate se m'intrometto... ma i gabbiani non amano i posti caldi?

    RispondiElimina
  6. A BELLI.....

    Che ve devo da racconta' de quanno
    Sabbrinona m'ha fatto l'autografo....?!

    Nooooo....
    sinno me skiattate de rabbia tutti uno dopo l'antro !!

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. No, no, no....

    Qui non è chiaro.
    Non è un semplice autografo.

    Lei è stata solo con me e per me per un'ora.
    IO e LEI

    Urka!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi