lunedì 25 agosto 2008

Bravi ragazzi


All'ultimo chilometro Stefano Baldini deve aver pensato che quella sarebbe stata la sua ultima grande fatica. E quando si parla di maratona, la parola fatica non è solo un modo metaforico di dire.
La sua ultima competizione internazionale è stata di 42,195 chilometri. “Mi ero preparato in modo meticoloso, ma il mio fisico ha raggiunto il suo limite”. Un annuncio quello del ritiro che non sorprende, in altre occasioni Baldini aveva infatti detto che l'oro di Atene sarebbe stata la sua ultima grande competizioni internazionale. Con il suo 12esimo piazzamento, in Cina, è stato comunque il migliore degli italiani.
Il 37enne reggiano di Rubiera, che spesso si è preparato sui campi scuola di Modena, allenato dal modenese Luciano Gigliotti, che ha portato alla vittoria olimpica anche Gelindo Bordin.
Baldini, ha gareggiato per le Olimpiadi con i postumi di un infortunio procuratosi nei giorni scorsi, ma come lui stesso ha affermato “ Anche se fossi stato nelle mie condizioni migliori, non avrei potuto fare i tempi del vincitore di questa edizione”
Quello del maratoneta emiliano sarà comunque un ritirò a metà, continuerà a correre nelle gare italiane.
Eredi all'orizzonte, al momento non se ne vedrebbero.
Secondo Gigliotti ci vorranno almeno 10 anni prima di avere un altro campione come Baldini.

emilianet.it

Credo che domenica con tutta la forza possibile, nessuno avrebbe immaginato che quei pazzi che sono partiti a 2,50 al km sarebbero arrivati fino in fondo con quel ritmo.
Alla mezza sono passati in un ora e 04, anche Lel alla fine ci ha rimesso le penne.
La gara di Baldini come quella di Ruggero Pertile e Ottaviano Andriani è stata impeccabile, ma quando ti trovi di fronte certe eccezzioni della vita non puoi fare altro ....

Bravi ragazzi.

Share:

3 commenti:

  1. Bravi è la parola giusta.
    Poi che gli altri ormai vanno di +, ma cosa possono fare ?
    Io anche se ce la metto tutta arriverò sempre dietro Uscuru e allora...so bravo lo stesso :-)

    RispondiElimina
  2. Mi associo pure io ai complimenti allo Stefanone nazionale e alla carovana dei super runner italiani.
    Io a 2.50 non riesco ad andare nemmeno in pista :-) Pensa te nel primo km di gara.:-)))

    RispondiElimina
  3. La maratona di Pechino completa la figura sportiva di Baldini, non il miglior maratoneta di tutti i tempi ma forse il più intelligente!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi