Che voi fà!


Camminavo a piedi nella mia piccola città la scorsa settimana, mi sono reso conto che essere bambini oggi ha molti svantaggi rispetto a quando lo ero io.
Faccio difficoltà a mettere 'in fila' i miei ricordi di bambino, ma mi ricordo tante avventure passate con i miei amici, in bici, a pescare nei fossi, a scoprire posti 'inesplorati' (per noi), grotte (cave) dove si diceva si nascondevano dei mostri che di notte uscivano fuori, ma che di giorno dormivano perchè non potevano stare alla luce.
Ogni pomeriggio, dopo i compiti, si prendeva la bici e formavamo la nostra piccola carovana di scugnizzi in cerca di una nuova avventura!
Cose che Lorenzo difficilmente farà, già andare in giro in bici oggi è un problema, figuriamoci il resto.
La porta di casa era sempre aperta, se era chiusa c'era la chiave nella toppa.
Si rientrava a casa solo quando mamma chiamava per avvertirci che la cena era pronta, zozzi luridi da capo a piedi!
'GUARDA COME TE SEI CONCIATO! VATTE SUBITO A LAVA'LE MANI E VIE' SUBITO A TAVOLA!' ...mamma mia, e papà ce metteva er carico sopra 'MA I COMPITI LI HAI FATTI TUTTI?'
Cosa sta cambiando oggi?
Presi da tante, troppe cose, non ne hai la più pallida idea, fino a che ti fermi un attimo e passano nella tua mente questi pensieri, come è successo a me.
Ci sono tante cose che oggi sono migliori, ma non c'è niente da fare, ti mancano sempre le cose che non hai più, finchè ce l'hai non le apprezzi fino in fondo.
Venerdì ho una cena (tanto pe cambià) con questi vecchi amici, che oggi hanno famiglia, hanno un lavoro e tante responsabilità, ma che dentro sono sempre gli stessi, anche se non ci si vede da anni è come se il tempo non ci avesse mai divisi!
Che bella cosa. Spareremo cazzate come sempre!

Gli allenamenti vanno, e finchè vanno lasciamoli annà!
Sono uscito domenica alle 9 sonate col caldo estivo, 18km de sofferenza, Yogi mio quanto t'ho pensato, ogni km pensavo se davero poi ce farà bene tutto questo!
Lunedì scarico con 11km di corsa lenta
Martedì 4x1600 rec attivo 400m
Oggi corsa lenta 16km
Domani gli 800 con salitelle finali
Venerdi credo che riposerò
Sabato o domenica credo proprio che anticiperò il medio

E se supero sto periodo de caldo e di allenamenti..........

E' dura però, cazzo se è dura! Ma io non mollo!

Commenti

  1. Bravo, non mollare, al limite rallenta un pochino. E tieni curati i sali minerali altrimenti crolli. E poi a settembre voli!

    Anch'io penso spesso a quello che hai scritto, da piccolo giocavo per strada ed ero fuori tutto il giorno, ogni posto era un campo da calcio, stradine da fare in bici in compagnia, rubare i pomodori dagli orti e mangiarli ancora caldi dal sole, cazzate di ogni tipo. Ora tanti di quei sentieri non ci sono più, ci sono in giro il quintuplo delle auto ed è già un miracolo se non ti stirano. Boh.

    RispondiElimina
  2. che nostalgia mi hai fatto venire....sì sì e mi spiace che i nostri figli non sappiano giocare e divertirsi con poco e siamo vittime di questa società evoluta....proprio un vero peccato!!!

    RispondiElimina
  3. Oliver, comunque vada volerò di sicuro a Settembre! EasyJet!! hihihi!
    Cari e bei vecchi ricordi!

    Patty credo però sia tutto rapportato ai tempi, comunque sia dobbiamo farli stare al passo con la società, e noi dargli quel valore aggiunto a tutto il resto. Ma non è così facile

    RispondiElimina
  4. A Gianlù, mi hai portato indietro di parecchi anni,ma ogni tempo ha il suo corso , e il suoi divertimenti,per gli allenamenti vai benissimo, ciao

    RispondiElimina
  5. dai 5 ai 12 anni ho sempre avuto le ginocchia stile lebbroso... sempre sbucciate, guarivo bene da novembre a febbraio, poi al primo sole, sempre fuori, come le lucertole... ora i ragazzi d'oggi hanno i calli da play station ecc... che tristezza

    Quanto a te, tieni rabboccati i sali minerali in rapporto a quanto sudi, se hai quelli a posto il caldo ti fa quasi na pippa.... ci si rivedrà a Venezia!

    RispondiElimina
  6. Ogni tempo ha i suoi ricordi e le sue abitudini. Anche io quando torno al mio paesello in Abruzzo ho delle reminiscenze che mia figlia non potrà mai vivere, però è anche vero che quello che fanno loro noi non lo abbiamo fatto.

    Mi sembra che sei pienamente in tabella e pure bello in forma. Vai alla grande.

    RispondiElimina
  7. Ho avuto il privilegio di vivere i miei primi 10 anni in un paese del bellunese, dove passava una macchina ogni 8 ore: una banda di una ventina di bambini, intere giornate passate in totale libertà, senza controlli, se non il "A tavolaaaaaaa!!!" urlato a sera dalla mamma quando era pronta la cena...
    I bimbi di oggi hanno tante cose in più, ma qualcosina se lo sono perso per strada.
    Ahhh, che nostalgia mi hai fatto venire!! x__x

    RispondiElimina
  8. eh, master hai proprio ragione ... ho tanti amici che vedo ogni tanto ma e' come se vivessimo assieme..
    il caldo anche qua rallenta e mina le voglie.. passera' anche quello ..un po' di recupero fa bene ;-)
    ciaoo

    RispondiElimina
  9. 30 anni fa in italia tutti gli indici di violenza (omicidi, rapine, stupri... c'è internet, controllate!) erano TRIPLI rispetto a oggi... allora perchè stavamo con le porte aperte al contrario di oggi?
    perchè oggi crediamo alla demagogia mediatica, viviamo nella tv e non nella realtà. ci vogliono terrorizzare. dobbiamo percepire che la vita lì fuori è orribile, così ci rinchiudiamo in ufficio a fare straordinari (gratis). e inoltre diamo potere alle lobby poliziesco-militari parassite e i loro referenti politici.

    comunque non ti preoccupare, tra 20 anni l'italia sarà terzo mondo e i bambini torneranno a giocare per strada.
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
  10. che ne parlamo a fà.... e anche se ne volessimo parlà, che ne parlamo a fà.... e così via.... oh, ti devo sempre un sacco di soldi! ;) vieni alla 30 di ostia?

    RispondiElimina
  11. Frà grazie, ogni tanto ricordarsi quello che eravamo fa bene!

    Alvin, detto da te seguirò il consiglio!

    Marco in pieno ritmo tabella, ma è tosta la cosa!

    Fat, col casino di oggi è bello tufarsi nel passato .......ma anche allora sentivo papà e mamma che si lamentavano :|

    Pimpe, gli amici anche se li perdi di vista rimangono tali anche col passare degli anni!

    Lucià non credo che diventeremo noi il terzo mondo, ma credo che gli altri diventeranno il primo, quello si! Stare al passo coi tempi è inevitabile ;)

    Yogi di che soldi parli? Ma che ciavemo conti in sospeso noi?
    La 30 è da fare, quando la fanno?

    RispondiElimina
  12. Questo post lo comprendo..un pò mi sento quasi al confine..quando ero ragazzino ancora si vivevano le avventure negli olivetti in cui ancora non avevano costruito..che oggi non ci son più...tutto il giorno in bici, giocare a biglie, a passare in gruppo la mattina e la sera..gelato e coca cola..oggi mi guardo intorno e non ci son più..i ragazzi spesso vanno da una casa all'altra e non stanno più all'aperto..

    RispondiElimina
  13. Davide a noi manca quel tempo e quelle cose, loro sono abituati così, anzi, quando ti sentono che racconti ste cose ti guardano con una faccia strana! Speriamo comunque sempre il meglio per loro ;)
    Oggi mi sono riletto dei pezzi del tuo infinito racconto, sei troppo forte!

    RispondiElimina
  14. quindi mi offri l'aereo? troppo buono! ;) cade appena 2 sett prima, per me è imperdibile.....

    RispondiElimina
  15. ....ok, allora è meglio che mi vado a rileggere qualche vecchia mail!
    Credo comunque già di ricordare qualcosa! ;)
    Comunque dormi tranquillo Marco, tanto lo so dove abiti!!!!! :P

    RispondiElimina
  16. Quel 'cade' dopo la parola aereo non la capivo, poi ho realizzato.
    Allora sarà imperdibile la 30, capita a cecio!
    Oggi sto un po 'slow'

    RispondiElimina
  17. azz, in effetti è ambiguo... sgrat sgrat! :))

    RispondiElimina
  18. Bè, se cade due settimane prima stic...i!!!!! :P

    RispondiElimina
  19. è difficile dire cosa sia cambiato e perchè. mettendo da parte la nostalgia direi che il progresso ci ha un po' intrappolati. Ora sta a noi cambiare strada, è facile dare la colpa a che ha governato e diretto le cose in un senso e non voglio farlo.
    Bisogna pensare di più al domani, magari ai nostri nipoti perchè credo che per la generazione dei ns figli la libertà che abbiamo avuto noi sia venuta ormai meno.

    RispondiElimina
  20. Tosto per i nipoti ci penseranno i nostri figli, noi avremo già la bavetta alla bocca allora! :D

    RispondiElimina
  21. son le generazioni di adesso che devono creare un futuro per quelle dopo. quando avremmo la bavetta non potremmo far nulla. Questo perchè credo che quando avremmo terminato di dare il ns contributo, i ns figli saranno già grandi, quindi il ns sforzo si vedrà sui nipoti!

    RispondiElimina
  22. Post: riflessivo.....(bello!)....

    P.s. anch'io quando prendo le ciucche ....mi domando se mi faranno bene...ah ah ah.....

    Ciaooo !

    RispondiElimina
  23. Tosto anche se spero che ai miei nipoti darò tanto altro oltre alla mia 'bavetta'!!! :D

    Diego io invece dopo le ciucche dico sempre 'ok questa è l'ultima volta!!!'
    eeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!
    Forza Espana!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  24. se ripenso che per noi non c'era casa in costruzione che non fosse campo di "battaglia" per giocare a nascondino. alla faccia della sicurezza.

    RispondiElimina
  25. dimenticavo, abbiamo voluto la bicicletta e mo ci tocca pedalare.

    RispondiElimina
  26. Hai proprio ragione, quando dici che ci mancano tante cose, anche io con i miei amici da piccolo andavo a caccia di posti inesplorati, casolari abbandonati, insomma ci sentivamo dei veri e propri esploratori. Si andava in bici, spero tanto che i bambini di oggi con tutte queste Wii e PS3 non gli limitino l'immaginazione, perchè è bello sognare ma è ancora più bello 'fare'. In queste condizioni al giorno d'oggi mi sembra che sia più difficile 'fare'.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  27. Anonimo, credo che con i mezzi tecnologici di oggi i bambini a volte viaggiano anche troppo con la fantasia, come dici tu devono soprattutto 'fare' giocare a calcio, pallavolo, correre, comunque un attività fisica che li impegna almeno tre volte a settimana. Ormai i nostri tempi e i nostri divertimenti sono e possono essere solo ricordi, non adattabili (purtroppo) ad oggi :)

    RispondiElimina
  28. Nino, lasciamo stare la 'sicurezza', è vero che oggi stiamo piu attenti, prima eravamo piu incoscenti, ma a volte esageriamo (io per primo)
    Pedaliamo pedaliamo!!! ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi