L'Ironman ti cambia la vita

Ecco l'espressione in volto di chi per la prima volta sta per prendere parte ad un Ironman.
Sono circa le 6:30 del mattino, io Giancarlo e Stefano Strong stiamo mettendo a punto gli ultimi dettagli prima di andare sulla spiaggetta del Wörthersee Lake.
L'ansia la fa da padrona e non c'è modo di cacciarla via.
Tutti in volto abbiamo lo stesso sguardo, guardiamo avanti, dove non si sa, tutti alla ricerca di quel qualcosa che ancora non sappiamo cosa sia, e questo "stare tutti sulla stessa barca" ci da coraggio, anche solo scambiandoci un sorriso o farci un cenno con il pollice in su.
Mancano solo 30 minuti al via e a tutto penso meno che alle prossime 11 ore, in quel momento l'unica cosa che avevo in testa era uscire fuori dall'acqua, completare la frazione di nuoto, non avevo altri obiettivi.
Non pensavo (assurdo ma vero) che sarei giunto al traguardo quasi ad ora di cena, e quando mia moglie, dopo essere arrivato mi ha detto "dai adesso andiamo a cenare" me la guardo incredulo e "...a cenare?? Ma che ore sono??"
Ho diviso le frazioni mentalmente come fossero tre momenti separati, nuoto, bici, corsa.
Uscito dall'acqua ridevo come un isterico in preda a un attacco.
Finiti i 180km in bici la mia mente ha chiuso un cassetto e ne ha aperto un altro "ora corriamo questi 42km"
A distanza di quasi un anno vivo ancora come fosse ieri le stesse sensazioni, gli stessi timori, le stesse gioie che quella gara mi ha dato.
Ho lasciato un pezzo di me a Klagenfurt, e sicuramente ancora una volta ritornerò in quel posto stupendo, il posto in cui i miei punti di vista, le mie motivazioni, la mia grinta, le mie sofferenze e i miei amici mi hanno reso una persona migliore.

23 giorni e sarà nuovamente Ironman Italy 70.3, a Pescara ovviamente.
57 giorni e sarà nuovamente Ironman.

Commenti

  1. anch'io nella testa divido l'ironman in compartimenti stagni, non potrei affrontarlo altrimenti!
    a klagenfurt ci torno il prossimo anno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se lo avessi a portata di mano anch'io farei l'abbonamento a klag ;)

      Elimina
  2. Ecco, il posto che vado cercando, tu l'hai trovato a Klagenfurt. "Il posto in cui i punti di vista, le motivazioni, la grinta, le sofferenze e gli amici fanno diventare una persona migliore..." Grazie per la dritta! Ciao! Mariano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ti posso suggerire la via, a percorrerla tocca a te!
      Vai Mariano!

      Elimina
  3. si avvicina il 2' ironman.grande Master.......

    RispondiElimina
  4. Peccato che su blogger non si possano mettere gli applausi! Grazie di questa condivisione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Fausto, hai sempre una parola giusta per tutti :)

      Elimina
  5. a me basta uscire dall'acqua tra 9 giorni a Pietra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Mauro, quando sarò sui colli di Cesena ti penserò e farò il tifo per te!

      Elimina
  6. Arriverà il giorno che avrò il tempo di fermarmi da te a Roma ed ascoltare di persona questi racconti unici e rari.
    Grande Ironman!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e tu mi racconterai come fai ad andare così veloce, il tutto davanti a una bella birra fresca! ;)

      Elimina
  7. Semplicemente Grazie Master, un grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie fratè, ma tu almeno per il 2015 hai già puntato un full?
      Ad agosto hai il mezzo giusto?

      Elimina
    2. Agosto un 70.3, poi si vedrà per il 2015, un full magari...

      Elimina
  8. comincia a salire la scimmia di pescara...

    RispondiElimina
  9. eh eh Preside', me sbajo o te trovo particolarmente agitato?!? IHIHIHIHI
    take it easy è il rimedio per tutto il nostro divertimento!!!

    RispondiElimina
  10. Sei un grande esempio.
    Quante emozioni lo scorso anno a Klag, anche per noi che vi seguivamo a distanza e da ogni parte d'Europa.

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi