Sono stati giorni pesanti


Oggi stavamo tutti li, come se fosse una domenica mattina prima dell'inizio di una gara, solo che non stavamo a ritirà il pettorale, e non stavamo nemmeno col completo da gara.
Ce metti tanto pe realizza certe cose, te le dicono, le vedi, le senti, ma non realizzi bene.
Ce vole tempo.
T'aspetti che da un momento a n'artro te giri e lo vedi li vicino a te che te dice "ma che sta a fà qua tutta sta gente?"
Questa è la vita, come diceva oggi il sacerdote, ogni giorno dobbiamo essere pronti perchè ogni giorno il Signore può chiamarci a lui.
Ed è così, quello che dovremmo fare tutti ogni giorno, ogni mattina che ci alziamo, è viverlo come se fosse l'ultimo, per poter apprezzare così tutte le cose belle che la vita ogni minuto ci offre.
Siamo presi sempre da tante, da troppe cose stupide, e ci lasciamo sfuggire quelle più belle, io per primo.
Domani tornerò a correre, credo che farò sempre gli stessi km, gli stessi tempi, con le stesse scarpe e lo stesso completo, ma vedrò tutto in modo diverso.

Commenti

  1. "Vivi l'oggi come se fosse l'ultimo giorno che ti e' concesso.
    Spendilo come se tu volessi lasciare il ricordo positivo di te
    ai tuoi cari ed ai tuoi amici."

    Forse e' un'utopia, ma provare a farlo anche se per pochi attimi, minuti o qualche ora, sarebbe tanto bello....

    Ragazzi appena ho veduto gli striscioni degli alunni di Carlo mi
    e' venuta la pelle d'oca e mi sono
    inumiditi gli occhi, cosa rara per me lo ammetto....
    Vedere i suoi ragazzi ed i suoi allievi di judo con gli occhi rossi dal pianto, nella tragedia pero' e' stato uno schiaffo di positivita' e di fiducia in questa gioventu' tanto discussa per l'insensibilita' che dimostrerebbe.
    E mi sono tirato un po' su, da quel ko che mi aveva moralmente messo al tappeto.
    Sono sicuro che pure Carlo e' contento di questa dimostrazione di affetto...
    Perche' Carlo vive ancora nei nostri cuori, ragazzi...
    E' sempre li' con il suo sguardo
    sornione e quella risata appena accennata, come a dirti....
    "te me vorresti supera'... ma io oggi te batto !!"

    E c'hai ragione Carlo.... Ce la sognamo cosi' tanta gente che t'ha voluto bene.

    Un abbraccione forte forte !!

    RispondiElimina
  2. bello Marco

    viviamo l'oggi cercando di fare il meglio sopratutto di essere un po' migliori

    non è facile a volte ma dai

    che mo' Carlo da lassu' ci guarda guarda i suoi amici.. e come direbbe con il suo sguardo sornione?

    .. beh ditemelo voi ch lo conoscevate ...


    denise

    RispondiElimina
  3. lo sono ancora rega' e fino a kissa' quando.......
    non riesco a realizzare come mai una persona ke conoscevo in fondo da poco mi abbia lasciato il segno
    forse xke' aveva la mia stessa passione ma no!! non e' solo x quello
    forse xke' "abbiamo" le nostre figlie coetanee ma no non e' solo x quello
    a volte ci sono cose nella vita ke non si possono spiegare questo ne e' un esempio
    l'unica certezza ke ho e' ke non lòo dimentichero' mai e non mi dispiace x questo sono sicuro ke qualcosa di lui mi riaffiorera' e non solo ......
    di una cosa sono sicuro
    averlo conosciuto e' stato un privilegio persone cosi' non le incontri tutti i giorni
    e ki non lo aveva compreso fino a quel giorno adesso ke non c'è più lo fara'
    continuiamo a fare le stesse cose ke abbiamo sempre fatto lui ci sara' sempre vicino ola ola ola rega'

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi