Triathlon Sprint Trevignano, e due!

Lo sapevo che alla fine sei una brava bici!
Di tutto punto sabato gli ho dato una bella lucidata, ma non gli ho detto niente, ci capiamo al volo ormai.
Appena arrivato in zonacambio(.com) mi sfilo la muta molto facilmente, ma la testa gira, gira tanto. Metto il casco e mi abbasso a prendere le scarpette, barcollo letteralmente, mi siedo a terra, gira tutto intorno a me, mi rialzo, metto l'antivento smanicato e parto. Destra e sinistra sul tappeto rosso poi tutto torna alla normalità, passo la riga della T1 e salgo in bici, si pedala!
Appena sulla strada principale vedo altri due della Flipper mi accodo a loro, da tre diventiamo subito sei, e da lì cominciamo a darci il cambio lungo i 20km. Al giro di boa comincio a mettermi avanti, e da lì ci diamo il cambio in due, la pagherò questa presunzione, alla salita del 17°km mi staccano tutti, le gambe sono quasi cotte, ma finita la salita riesco a raggiungere un Flipperino anche lui staccato dal gruppo, finiamo insieme dandoci il cambio negli ultimi 3km. Appena scendiamo e corriamo in T2 con la bici che corre davanti a noi mi fa 'Che ti è successo? Eri il più forte del gruppetto?' Gli rispondo 'Chi io? Ma de che, io in salita me fermo proprio'. Continua a dirmi che andavo forte, ma non avedo il contakm ne il gps non ho idea a cosa o a chi si riferiva il compagno di squadra di Alessio.
Levo il casco, metto il cappello, infilo le scarpe e parto per la corsa, arrivato al cancello della T2 mi accorgo che ho ancora indosso l'antivento, volevo buttarlo li di lato, ma visto che 30 euro oggi sono cosa preziosa, torno indietro e lo metto accanto alla mia bici.
Riparto e stavolta non torno indietro, consapevole che anche questa è andata ormai.
La corsa va regolare, mi metto al passo e arrivo dopo due giri al traguardo di questo sprint.
Il nuoto?
Giusto, il nuoto.
Prima della partenza Massimo mi dice di farci un giro in acqua, sono un pò restìo da ciò, ma mi butto con lui a fare qualche bracciata. L'acqua è gelida.
La settimana scorsa mi si è rotta la caldaia dell'acqua a casa, e di ritorno da una corsetta ho dovuto fare una doccia fredda. Il ricordo che ho è questo, un respiro intenso, i polmoni che si riempiono d'aria e il respiro diventa breve e veloce, movimenti veloci per sbrigarmi a uscire da quella doccia gelata, il tutto è durato pochi secondi.
Ieri il tutto è durato almeno 4 minuti, stesse identiche sensazioni, ma con la consapevolezza che almeno 15 minuti dovevo subire quella tortura.
Testa fuori dall'acqua fino alla prima boa, agitazione e voglia di finire il prima possibile.
Superata la prima boa mi defilo a destra, testa in acqua e via verso la seconda boa e poi verso riva. Mi rilasso, il corpo ormai si è abituato, i piedi no, ma io non li ascolto e vado verso le bandiere sempre allo stesso ritmo.
 Come diceva ieri Zorro, si respira un clima diverso in queste gare, anche se la competizione c'è sono tutti più rilassati. Giancà però gli fa notare che noi siamo dietro a tutti, sicuramente nelle prime posizioni cambia la cosa. Giorgio mondiale parla con noi, vuole divertirsi oggi. Mi ha superato in corsa come un missile, la cosa bella è che a tutta mi risponde con un 'Aò, ciao!' che grande!
Mi spiace per quel Bonze di un Carlo che non lo fanno partire per le ruote non omologate, in compenso mi fa un servizio fotografico da vero giornalista.
Ciccio stai percorrendo lo stesso mio percorso dello scorso anno, no Vico, no Trevignano, mi raccomando fatti controllare bene la bici per Pescara, non ti voglio vedere sul bordo della strada!
Giancà ha sofferto il nuoto, tra sms e mail ieri gli ho comunque detto che tutti hanno sofferto il nuoto, e che un esordio così può solo dargli più grinta per le prossime gare, quando troverà l'acqua più calda saranno guai!
Divertito e contento, queste sono gare che mi divertono, contento che ormai mancano appena 19 giorni al via, e ieri è stato solo un assaggio.
Io Giorgio Calcaterra e Giancà

Metto gli occhialetti

Io RB e Zorro

RB dice a Zorro 'Tanto te lo faccio fa anche a te!'

Partenza1

Partenza2

Arrivo a riva

Cerco Carlo, ma è dall'altra parte...

Quant'ho fatto?

So forte ao!

Copertò - ? - Massimo O. - Io

Manco la rianimazione ce salva!

Preparo la zonacambio (Foto StefanoLaCara)

Chiacchiero con Carlo (Foto StefanoLaCara)

Spiego il percorso a Calcaterra (Foto Zorro)

Cerco il laccio (Foto Zorro)

Stretching? No. ...'ndo cazzo sta sto laccio!!! (Foto Zorro)




Commenti

  1. giusto la croce rossa! :)) già buttarsi in acqua con quel clima trovo sia ammirevole, figurarsi tutto il resto.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yò non a caso abbiamo scelto la location :)

      Elimina
  2. A parte l'acqua fredda,ci può stare,tutto è filato liscio, Pescara è dietro l'angolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franco tutto dall'inizio alla fine, è così che dovrebbe andare

      Elimina
  3. Grande Gianlu!!!domanda stupida...Il giramento di testa è quindi da imputare all'acqua fredda o capita sempre un pò uscendo dall'acqua?ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teo per niente stupida, in effetti la sera ho pensato spesso a quei giramenti. Quando esco dalla vasca dopo almeno un paio di km filati la testa un pò gira, ma poco veramente, evidentemente il freddo ci ha messo del suo, il corpo ha bruciato di più e quando mi sono abbassato a prendere le scarpe la pressione ha fatto il resto, un pò come quando ti alzi di scatto e a volte la testa gira, ma elevato al cubo diciamo

      Elimina
  4. ormai ci siamo...il percorso è quasi fatto...quasi, amnca ancora una settimana di carico...UNA, non DUE come dicevi ieri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stè una per macinare km, un'altra per affinare il tutto e l'ultima per scaricare, arriverò riposato comunque :)

      Elimina
  5. Grande!!!
    Non è da tutti , bravo veramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Corrà, certe che è da tutti, se lo faccio io fidati che lo possono fare in molti, basta cominciare ;)

      Elimina
  6. Risposte
    1. Mauro sta settimana vola e poi mancheranno solo 14 giorni, poi 13, poi 12...

      Elimina
  7. quanto me la farei una gara nel lago di bracciano!!! Complimenti e ci si vede a Pescara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco con l'acqua più calda però, ieri era da brrrrrrrr!
      A Pescara coinquilino!

      Elimina
  8. C'erano tutti i pinguini di Madagascar?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessà mancava solo Rico, e meno male perchè quello vomita sempre qualcosa!

      Elimina
  9. @StefanoSt, Per me ne mancano 2 di settimane di carico ...anche se non farò proprio un super super carico.
    Gianlù ...hai visto ... poi sta tranquillo ...me batti quanno te pare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giancà io lo so che sto caffè rimpiangerò di averlo vinto, ma per come sono fatto una volta che ci prendo gusto è difficile fermarmi!
      ;)

      Elimina
  10. Hai fatto un servizio fotografico, a me non mi si vede neanche di sfuggita....Sotto con Pescara!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo na foto con te ce l'ho, ma è venuta mossa, ce ne faremo un altra sull'adriatico!

      Elimina
  11. Meno male che non mi avete convinto, soffro il fredo da matti e se ieri mi toccava nuotare vi avrei menato fuori e dentro l'acqua, dal primo all'ultimo, banda di pazzi scatenati....!!!!!
    ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bucci lo sai che sono le cose difficili a renderle grandi, che poi ieri avrei pagato per non nuotare è un altra cosa, ma alla fine è stato divertente

      Elimina
  12. Bravo, bravo, bravo, tu!
    Mica la bici :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semper ma io sono sempre bravo, è lei che fa la difficile!! :D

      Elimina
  13. Ammazza ohhh!!!Continuo a credere che tu sia dotato di super poteri!!!Ecco qui il nik giusto:SUPERMASTER!!!
    A parte gli scherzi sei davvero bravo perché non sono competizioni per tutti. Ciao

    RispondiElimina
  14. attenti che tra un po' arrivo.......complimenti vivissimi!!!!! brrrrrr che freddo!!!

    RispondiElimina
  15. @Istinct, attento che scivoli nell'acqua

    RispondiElimina
  16. Bravo! Complimenti...al Mugello con l'acqua fredda io volevo ritirarmi...invece tu hai reagito alla grande!
    Pescara is coming up!

    PS: è normale che giri la testa dopo il nuoto.

    RispondiElimina
  17. sei super man anzi super master...................pescara e' sempre piu vicina

    RispondiElimina
  18. Mi sa che la muta Decathlon è un po' poco protettiva quando l'acqua è fredda

    RispondiElimina
  19. Albè sono per tutti credimi, le faccio io!! :) Grazie!

    Luca ma tu parti avvantaggiato! Solo se corri piano poi venì!!

    Giancà stai a contagià quelli che corrono co te, ma Filippo proprio non ce pensa??

    RispondiElimina
  20. Luì avevo uno squalo alle costole e non potevo farmi raggiungere!! :)
    Eccola Pescara!!

    Lello ma quale super, direi piuttosto superabile!!!

    Michele Orca, 2XU, tutti hanno avuto freddo, la Speedo a mio parere non è da meno delle altre, anzi una cosa si, il prezzo ;)

    RispondiElimina
  21. Qualcosa allora avrà di differente se costa la metà o addirittura un terzo delle mute più blasonate. La galleggiabilità forse?

    RispondiElimina
  22. Michele forse, ma a volte paghiamo troppo i 'nomi' solo per avere alla fine lo stesso materiale.
    Feci una recensione della muta quando la comprai, neoprene Yamamoto, spessori diversi sulle varie parti... molto in comune con le piu blasonate.
    Ai nostri livelli, o meglio, ai livelli di noi amatori (non so se te sei un professionista) la differenza nemmeno la notiamo, sicuramente un Fontana o un McCormack la userebbero per fare snorkeling, ma io ho trovato molto buono il rapporto qualità prezzo.

    RispondiElimina
  23. bel racconto, belle sensazioni.. trasmettete serenità e tranquillità.. ma non penso che quell'acqua faceva altrettanto :/ ma col senno di poi..
    in gamba Presidè

    RispondiElimina
  24. No, non la faceva proprio, ma ripensandoci poi, se fa tutto, basta darsi degli obiettivi... Non so se me spiego ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi