E la tabella?

Purtroppo è finita poco dopo averla concepita.
Il caso vuole che poco dopo aver iniziato la preparazione per la mia solita maratona autunnale/invernale, arrivano gli acciacchi della corsa.
Questa volta la fascite plantare (mai avuta) mi ha fatto fermare per ben 12 giorni dalla corsa.
I rulli e le uscite in bici non hanno compensato questo fermo, i miei primi km di corsa di 4 giorni fa mi hanno praticamente sfiancato, se non fosse che a metà Novembre devo andare a Verona mi sarei fermato completamente.
Proprio per questo ho deciso di correre anche col dolore al piede domenica prossima alla 30km di Ostia, solo facendo 30km (se ci riesco) posso capire quello che potrò fare tra un mese.


Anche perchè Verona sarà la mia maratona n°22 non posso certo rimandare al 2016, ho altri progetti in mente per il prossimo anno.

Commenti

  1. Anche senza tabella si può correre un maratona...certo dovrà almeno non tornarti il dolore al piede.
    Ci si vede a Verona amico mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai che ci siamo ormai, in un modo o nell'altro Kikko!

      Elimina
  2. fai attenzione che la fascite è spesso una bestia bruttissima... ovviamente ti auguro che non sia il tuo caso.
    daje ciccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è la prima volta che ci soffro così intensamente, speriamo bene Lucià che te devo dì...

      Elimina
  3. in bocca al lupo per il tuo piede

    RispondiElimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi