mercoledì 22 giugno 2011

70.3 Pescara, ora sono più forte


La prima cosa che ha detto Lorenzo quando ha sentito che mi si era rotta la bici è stata 'Mamma, basta che non è caduto e che non si è fatto male'
Adoro mio figlio e adoro mia moglie, i miei sostenitori numero uno che hanno pianto e gioito con me.
Tanti sacrifici e tanta fatica che questa volta non mi hanno aiutato, ma che la prossima volta, bici compresa, saranno i miei assi vincenti!

Sabato 11 giugno
Con sorpresa scopro che FrateTack (stefano) alloggia nel mio stesso albergo, è il primo 70.3 per entrambi, ci faremo da sostegno a vicenda!
Al ritiro dei pettorali due incontri top.
Prima il grande Giorgio Calcaterra, che mi ha confidato che se avesse avuto una bici e qualcuno che faceva la sua frazione di nuoto, avrebbe preso parte alla gara, ma sabato sera aveva la Notturna di Chieti, ...la prossima volta però, ...sempre gentile e umile come in pochi lo sono.
Poi il mitico Aldo Rock, con due frutti in mano, gli chiedo 'Uomo sei pronto? Cosa sono carboidrati quelli?'
'Prontissimo, no questi sono glucosio, vitamine e tutto quello che mi serve domani er arrivare al traguardo!'
Un Uomo un mito!
Sempre sabato incontro il grande IronGuzzo e il suo team, grande uomo!
Anche StefanoStrong si materializza con un volto e una persona in carne ed ossa, una gran persona!

Porto la bici in zona cambio, uno spettacolo mai visto prima, migliaia di bici da nmila euro pronte per 90km a tutta.
Tutte rigorosamente coperte da un telo marchiato Ironman.
Domenica 12 giugno.
La mattina faccio colazione, una normale colazione, tipo premaratona, tante fette biscottate e miele e marmellata.
Andiamo Uomo! La sabbia e il mare ci aspetta!
Con Frate ci avviciniamo allo start, mettiamo la muta fino ai fianchi e aspettiamo il via.
Sono sereno, non vedo l'ora di andare in mare, un mare mosso, anche un pò incazzato, ma che non ci fa paura, perchè quello sarà solo l'inizio!
Mettiamo la cuffia e tiriamo su il resto della muta, comincia a suonare la sirena del via per i top, poi la sirenza per le cuffie gialle e argento ...poi uomo toccherà a noi!
4,3,2,1 VIA!
Corriamo sulla battigia, arriviamo in acqua, è fredda, l'acqua arriva alle cosce, via tuffo e nuotiamo, si risale, l'acqua è di nuovo al polpaccio, si corre, poi ci rituffiamo!
Parto da dietro per evitare sbracciate varie e tallonate in faccia!
Nuoto con la testa alta, vedo che il gruppo passa a sinistra della prima boa, continuo seguendoli, passiamo la seconda boa sempre a sinistra, poi vedo che stanno passando la terza boa ...SEMPRE A SINISTRA!! Ma dove cazzo vanno!! Prendo la direzione opposta, passo la terza boa a destra e vado dritto, sempre con la testa fuori ...ok uomo, la direzione è giusta, testa bassa e vai col crawl!
Riprendo qualcuno, lo sento dalle manate che gli dò, alzo la testa, c'è un pò di gente, nuoto a rana per capire ...bevo, non capisco, ...ancora a rana, cerco di vedere, la direzione è quella, ma arriva qualcun altro che mi sale sopra, bevo ancora!
Ok Uomo! Andiamo!
Testa bassa a tutta!
Ancora non riesco a realizzare quante manate, gomitate e zampate che ho dato a quei poveretti che mi capitavano sotto, ma la direzione era quella, e io andavo dritto!
Ho sorpassato una sacco di tonni, peccato la traiettoria non era l'ideale, ma non mi sono mai divertito così!
Uno spettacolo salato!!
Arrivo al giro di boa, cazzo, la boa stava a un 100m di distanza, testa bassa e ancora manate e zampate!
Continuo per la mia strada e arrivo all'ultima boa, si va in direzione spiaggia, la solita secca mi fa alzare in piedi, ma ancora manca un pò alla spiaggia, mi rimetto giù e nuoto toccando con le mani sul fondo!
Finalmente arrivo sulla spiaggia, comincio a correre e slaccio la muta fino alla vita, beve un bicchiere d'acqua (dolce finalmente) e continuo a correre sulla moquette blu della zona cambio.
Do il 5 a mio figlio e a mia moglie che mi urlano 'BRAVO PAPI!'
Arrivo alla bici, tolgo la muta, bevo un gel, metto il casco i calzini le scarpe e via, cominciamo a pedalare!
Mangio una barretta nei primi 5km sul lungomare, si volta a sinistra e comincia l'avventura nell'entroterra!
Lievi saliscendi con qualche strappetto, sorpasso tanti ciclisti con la bici da 6000€ e continuo attento a non stare in scia e a sorpassare lontano almeno un paio di metri!
I giudici sono sempre presenti in scooter, e ti richiamano se non fai le cose fatte bene.
Viaggio sulla media dei 35km/h, perfetto!
...il 24°km segnerà la fine della mia gara.
In un tratto in lieve discesa il contakm segna 52km/h, il rapporto è il più alto e spingo ancora
Sento un rumore della catena 'cazzo ma non sto cambiando!' trrrrrrrrrrrrr KLANK! La ruota dietro si blocca, freno, ma non sto frenando, la ruota è inchiodata, faccio una riga nera sull'asfalto di 20metri, uno da dietro urla ...che cazzo urli!
Mi fermo, scendo dalla bici, guardo la catena lenta ma ancora intera, ok la rimetto ...ma dietro il cambio non c'è più, è tutto un grumo di ingranaggi incartocciati, un raggio è spezzato e pendola...
Mi siedo, guardo la bici... comincio a piangere.
Mi tornano in mente tutti i sacrifici fatti per trovare il tempo per i doppi, i sabati passati a casa della mia famiglia aspettando che quel fantaironman tornasse dai lunghi in bici o dai doppi.
Che cazzo ci sto a fare io seduto sul bordo della strada quando tutti gli altri mi sfrecciano accanto sulle loro bici!
No, non può essere vero.
Si ferma una moto dell'organizzazione, vedo qualcuno che si avvicina, in un inglese strano mi chiede se è tutto ok, col pollice alzato gli dico di si, ma la testa è chinata sul braccio sinistro, continua a parlare, le lacrime scendono sull'asfalto.
Dopo pochi minuti arriva un furgone e un auto che mi riporteranno alla zona cambio.
In macchina conosco Sebastian Pedraza, elite in 5^ posizione, ritirato anche lui per una foratura.
Malgrado lui lottasse per la vittoria io non trovo nessuna consolazione.
Arrivo in zona cambio, incontro Brant che al vedermi appiedato non riesce a nascondere il dispiacere malgrado i suoi occhiali da sole.
Arrivano i miei due angeli custodi, li abbraccio e finisco li il mio pianto liberatorio
Basta, voglio bruciare la bici, non voglio più avere a che fare co ste gare del cazzo! In corsa se soffri e non arrivi al traguardo la colpa è solo la tua, te la sei meritata, ma finire così una gara no, non è possibile
Al bar per dimenticare bevo due medie con i miei (grazie grazie e ancora grazie!) amici (Mauro Alessandro Cristina Alessandra e Lorenzo) accanto ad alcuni Finisher con la maglia e medaglia scintillante, li guardo con rabbia gioia tristezza ammirazione e vendetta!

Lunedì 13 giugno, torno a casa.
Porto la bici ad aggiustare subito, martedì sono di nuovo in sella.
Sono incazzato nero.
Una settimana completa di stop, poi...
Sabato bici 34km in salita continua 400m dislivello per arrivare allo start di una gara podistica 10km
Domenica palestra con manubri e gambe
Lunedì nuoto 500m riscaldamento 1500m con palette e 500m defatamento
Martedì corsa 12km
...i'm back!


  
 











Share:

37 commenti:

  1. io ti definisco eroico...a priscindere...anche questo fa parte di una gara...ma l importante è la voglia che hai ancora di salire sulla bici e affrontare altri traguardi:)))

    forte il tuo Lorenzo:)))

    RispondiElimina
  2. Che mi dispiace tantissimo lo sai ... e sono sincero al 101% ..che alla prossima gara a piedi ti batto lo stesso senza pietà ci sta pure altrimenti che caxxo di Iron Man saresti.

    RispondiElimina
  3. Un problema meccanico così, che sappia io, è piuttosto raro.Deve essere un segnale del destino per renderti più forte: uno steelman!

    RispondiElimina
  4. Bravo Master! La prima cosa che ha pensato il bravo Lorenzo l'hanno pensata in tanti! Sei carico come un tir, il prossimo "medio" in calendario lo bruci, alla grande poi! Complimenti e bye by Sarah

    RispondiElimina
  5. non vedevo l'ora di leggere un titolo così. il guerriero è tornato. ora ti aspetto sul campo!

    RispondiElimina
  6. Beh, questo è quello che si definisce "carattere", riprendersi subito dopo una batosta del genere... non è da tutti.

    RispondiElimina
  7. Dopo tanti mesi di preparazione, di sacrifici, passati a sognare come avresti passato e gestito le varie frazioni..e poi..mi dispiace tanto avendo anch'io passato tutto questo mi rendo conto benissimo come ti sei sentito.Comunque vedo che sei "uno tosto"sai subito alzare la testa..
    ....se ti può interessare......
    il 24 luglio c'è il salto

    Massimo franceschini

    RispondiElimina
  8. grande lo stesso. ti rifarai di certo

    RispondiElimina
  9. Pensa che tutti gli allenamenti che hai fatto non sono stati solo per il 70.3 di Pescara ma per tutti gli altri 70.3 che ci saranno nel tuo futuro!

    RispondiElimina
  10. Grandissimo.
    Concludere il "prossimo" 70.3 sarà una gioia ancora maggiore.

    RispondiElimina
  11. Bel racconto, c'è tutta la grinta per ricominciare,forza Gianluca.

    RispondiElimina
  12. e compratela na bici da 6000 euri!
    luciano er califfo.

    RispondiElimina
  13. quindi, alla fine, è stata cmq un'esperienza positiva... questo vuoi dire?! ;D giustamente un IRONman si piega ma non si spezza....

    RispondiElimina
  14. Francè la determinazione non mi manca, gli obiettivi sono ancora tanti ;) grazie!

    Giancà ancora non sono ironman perciò ancora puoi battermi ;)

    Father quello che mi ha riparato la bici mi ha detto che sono cose che capitano, una buca un sasso ...sarà, basta che non so andato lungo, adesso lo dico

    RispondiElimina
  15. Sarah grazie, ripartiamo subito, carico come un tir! ..me piace!! :)

    Stefano ci vediamo presto ;)

    Karim però ancora ciò il segno, che porterò per sempre come cicatrice di battaglia! ...ccisua! :D

    RispondiElimina
  16. Massimo grazie, mia moglie mi sta pressando per il 24 luglio, ci penso ancora un pò ;)

    Nino mi rifarò, in un modo o nell'altro!

    Marco sicuro che ci saranno altri 70.3 in futuro, uno è il 10 giugno 2012 ;) grazie caro!

    RispondiElimina
  17. Web sarà tutto raddoppiato!! ...tranne le distanze però :P

    Franco grazie, grinta e voglia di riscatto!

    Lucià 6000euri pe na bici sarà mooolto difficile che li spendo, per ora mi va benissimo la mia Cannondale da 500 euri, poi il prossimo anno faccio 40anni, se volete comincia a fa la colletta non me offendo!

    Yò è stata un esperienza .
    Ancora non sono Ironman, perciò posso anche spezzarmi, ma non ora! ;)

    RispondiElimina
  18. Ciao, voglio andare controcorrente....io sarei ancora incaz....to come una bestia!!!!
    In ogni caso come te dopo mi metetrei sotto per spaccare tutto (non la bici però....) la prossima volta :)
    Piuttosto...quanto tempo e quanti allenamenti settimanali ci hai messo per arrivare a schierarti alla partenza???

    RispondiElimina
  19. che dire Master...
    Hai avuto il privilegio e il coraggio di esserci a Pescara...
    Hai avuto una sfiga tremenda a Pescara...
    Concordo col fatto che preferirei fermarmi per crampi o perchè si è fermato il cuore che per un guasto alla bici, però questo è il nostro sport, questa è la sorte contro cui andiamo ogni volta che appoggiamo il culo alla sella!
    Lo sfogo, il pianto, ci stanno tutti, io avrei anche picchiato l'inglese!
    L'unica è ripartire, incazzato, rabbioso, buttare tutta la cattiveria accumulata in vasca, sui pedali e sulle scarpe da corsa!
    C'è l'Aronamen a fine luglio, la condizione ce l'hai, la voglia di rivincita anche!!!
    Un piacere enormissimo averti conosciuto di persona!
    Buona fortuna ragazzo!

    RispondiElimina
  20. Lacia perdere la bici troppo sofisticata e fatti una MTB ignorante che non si spacchi.
    Io al tuo posto avrei fatto piangere la bici e tappare le recchie a chi passava di li'....!!!
    Comunque sia BRAVO comunque...
    Ed allenati...
    Che quando torno metto davanti a me lo stemmetto della Mercedes e te dentro.... ^_^
    ahahahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  21. Luca in effetti sono ancora un pò inca..ato! Ho ricominciato da zero a riprendere confidenza con l'acqua ad Ottobre, poi da Gennaio facevo 3volte nuoto 3/4 volte corsa e 1 volta, il sabato, in bici, quando ci riuscivo in bici 2 volte, cosa rara.

    Guzzo un piacere tutto mio averti conosciuto! Arona è troppo lontana per rifarmi una trasferta, le vacanze incombono per fortuna!
    Vediamo, ma non rimango fermo, questo è sicuro! Buona fortuna a te amico! :)

    Bucci comincio a pensà che a forza de sta vicino a te me stai a attaccà la jella! Ti aspetto sulla strada amico, vedi de sta attento nel frattempo!

    RispondiElimina
  22. ecco: ora l'ho vissuta ancora meglio quella giornata.. mi mancava questa parte, talmente era un casino per trovare parcheggio una volta a Pescara!!! Ho fatto in tempo in tempo a farmi 3km a piedi per incontrare mio cugino che già sapeva tutto, e riuscire ad incitarti una volta uscito dall'acqua!
    Gran bella esperienza, da spettatore l'adrenalina era a fior di pelle :D Poi il vinello a pranzo + le birre con te dopo, hanno contribuito al resto!
    Fin tanto reagirai così sarà dura riuscire a starti dietro anche solo nella corsa, ne esci fuori ancor + forte da quest'esperienza!
    E bravo Presidente.. (ma nn ti rilassare.. mai!!! IHIHIH)

    RispondiElimina
  23. Certo che quando non è colpa tua ti arrabbi il doppio ma purtroppo è così, la sfortuna a volte capita e anche solo correndo potrebbe succedere.
    Hai una gran bella famiglia!

    RispondiElimina
  24. Non mi preoccupo... Tanto lo so che c'hai due palle quadre che ti hanno fatto già tornare in sella.
    Vuol dire che quando taglierai finalmente il traguardo sarai contento il doppio.
    Vai!

    RispondiElimina
  25. Non mi preoccupo... Tanto lo so che c'hai due palle quadre che ti hanno fatto già tornare in sella.
    Vuol dire che quando taglierai finalmente il traguardo sarai contento il doppio.
    Vai!

    RispondiElimina
  26. Se mi capitava a me....altro che due medie....sarei affogato nella birra !!!....(;-).....

    P.s. Vieni a Mergozzo !!!

    RispondiElimina
  27. belle foto,
    bel raccontto.....
    che dire Gianlù....non sono stato molto di compagnia in quel weekend.
    Emiliano all'esordio, io che sentitvo di dover dimostrare qualcosa a qualcuno...motivo per cui i problemi sono arrivati in corsa.

    che dire.
    sai bene che non è dipeso da tema dal mezzo meccanico.
    .... domenica c'è la gara a Fiastra (molto bella), poi luglio è pieno di olimpici e c'è un 70.3 al Lago del Salto....la bici è rimessa a nuovo, non abbandonare tutto amico mio...

    RispondiElimina
  28. peccato davvero comunque tu sei un uomo di ferro non ti spezzi davanti a queste cose , continua cosi e arriveranno le soddisfazioni
    p.s fantastico il tuo lorenzo che si e' preoccupato del suo papi

    RispondiElimina
  29. ciao ho letto mi dispiace se ti farà piacere allenarti in bici con il sottoscritto io sia il sabato che la domenica mattina il sabato alle 07.30 e la domenica 08.00/08.30 parto sempre dal ponte del grillo altezza però salaria il bar per capirsi sotto il ponte venendo da monterotondo per Km 90/100 a volte qualcosa anche di più, direzione le più svariate montelibretti, monte flavio ecc dipende dal giro e dalla gamba sopratutto...ciao ciao

    RispondiElimina
  30. E' vero,
    avrei voluto vederti euforico e alla fine godere della tua felicità!!!!
    Festa rimandata...
    Comunque voglio scordare la faccia e lo stato d'animo che avevi a Pescara quando ci siamo incontrati....
    Eppoi....in campana!!!!
    Stasera dissotterrerò l'ascia di guerra....
    Arisò "cazzi" pè molti....(spero)...
    attento pure da chi t'arriva alle spalle!!!!
    Un abbraccio
    Antonio

    RispondiElimina
  31. Battè ma pure er vinello a pranzo???
    Le birre so state na mano santa! ;)

    Patty grazie, la loro presenza è stata fondamentale :)

    Marco grazie, il prossimo anno doppia soddisfazione! ...sperem!!

    RispondiElimina
  32. Diego dovevo almeno tornare in albergo, altrimenti la terza ce stava tutta!
    Mergozzo un pò fuori mano, ma se sfrutto la mia amica di Torino ...

    Alè abbandonareormai credo non si possa più, ma per quest'anno basta col 70.3, so di avere la forma per affrontarli, ma...

    Lello Lorenzo è una contnua scoperta, di giorno in giorno! :) Grazie caro!

    Antò almeno per il prossimo anno preparati una squadra, uno che nuota per2km, uno che pedala per 90km e tu che ti spari la mezza a tutta ;)

    RispondiElimina
  33. Marione purtroppo il sabato mattina è improponibile per me, la domenica forse, ma non in questo periodo.
    Sicuramente un uscita insieme però la faremo prima o poi :) Ci sentiamo presto

    RispondiElimina
  34. Non avevo ancora letto tutto questo è davvero una sfiga pazzesca, ma tu UOMO non mollerai mai, devi comunque rialzare la china e più incazzato di prima pensare al prossimo traguardo...e che cazzo...Mi dispiace tantissimo perchè sò perfettamente che sacrifici si fa a preparare queste gare....sono massacranti e per questo ti fa sentire ancora più incazzato...ma tu non mollerai UMONO lo so che non mollerai 1 Grande comunque master !

    RispondiElimina
  35. Franca mia è stata una bella botta, ma come quando si pija no schiaffo, il secondo lo schivi istintivamente!
    Pescara 2012, il 10 giugno sarò li di nuovo! ;)

    RispondiElimina
  36. Io non la conoscevo questa storia, me la sono venuta a leggere! Anch'io devo vendicarmi il prossimo 10 giugno, anche se il mio default non è stato per un problema meccanico. Hai una gran bella determinazione, ho trovato utile leggerti anche per il mio mental coaching!

    RispondiElimina
  37. Luì Pescara ci deve tanto, e quest'anno ci renderà tutto, dal primo all'ultimo metro!! :)
    Grazie!

    RispondiElimina

Dimmi cosa ne pensi